Raduno di Caserta: la lettera del Generale di Corpo d’Armata Paolo Ruggiero

Norfolk, 12 febbraio 2020

Artiglieri d’Italia, carissimi Soci,
Sono già trascorsi quasi due anni dalle giornate radiose di Montebelluna, nelle quali abbiamo ricordato insieme i fasti della nostra gloriosa Arma, in coincidenza con le celebrazioni per il Centenario della Vittoria, ed è oramai tempo di pensare al nostro prossimo appuntamento.

Sotto la sapiente guida del suo Presidente, Generale Pierluigi Genta, l’Associazione Artiglieri d’Italia è in avanzata fase organizzativa per l’allestimento del XXXI Raduno Nazionale che quest’anno si svolgerà dal 16 al 17 maggio a Caserta, anche nella suggestiva cornice offerta dalla sua meravigliosa Reggia.

In qualità di Decano “in servizio” dell’Artiglieria, desidero rivolgere a tutti i Delegati Nazionali ed ai loro Soci l’auspicio di poterVi vedere ancora una volta affluire numerosi da ogni parte, per onorare la nostra gloriosa Arma, celebrare la sua storia e tradizioni e ricordare i suoi martiri, caduti per l’onore di una Italia unica e unita.

Dal X Raduno Nazionale, svoltosi a Napoli nel maggio 1958, si sono susseguiti ad oggi 20 Raduni, mai più però svolti nel sud della nostra Patria. Sono molto contento che, dopo 62 anni, il Raduno Nazionale torni ad essere ospitato in quelle terre che hanno dato tanti illustri nomi ed eroi all’Artiglieria, uno fra tutti Armando Diaz, il Duca della Vittoria.

È con questi sentimenti, sono certo, che i Delegati Nazionali hanno sostenuto il desiderio di svolgere il XXXI Raduno a Caserta, città di storia e arte famosa in tutto il mondo, nonché culla di ricche tradizioni militari che la legano all’Artiglieria. A ciascun Delegato ed al nostro Presidente va il mio sincero ringraziamento per l’impegno profuso nella non facile organizzazione di questo importante evento.

Sono altresì convinto che lo spirito associativo e la dedizione che accomuna gli oltre 11000 Artiglieri membri dell’Associazione, nel profondere ogni sforzo per onorare la nostra Arma, prevarranno come sempre su ogni difficoltà di carattere personale o logistico, sentendo forte ciascuno il richiamo ad essere “Presente!”.

Pur prestando servizio negli Stati Uniti, farò il possibile per esserci anch’io, per celebrare la nostra gloriosa Arma di Artiglieria, sfilando con orgoglio al Vostro fianco ed accanto al nostro Medagliere, per esprimere a ciascuno di Voi la mia riconoscenza per come onorate con la Vostra testimonianza e presenza la storia dell’Italia e delle sue Forze Armate.

Nel ringraziarVi per l’attenzione, rivolgo a tutti il mio più cordiale saluto e l’augurio di presto rivederci a Caserta.

Generale di Corpo d’Armata
Paolo RUGGIERO